Elezioni politiche 2022: le news del 3 settembre: Salvini: “Vanno ripensate le sanzoni alla Russia”. Letta: “Sei pro-Putin, un pericolo per il Paese”

Posted on

Matteo Salvini chiede di ripensare le sanzioni alla Ue, perché alla fine danneggiano gli italiani.Il caro bollette agita la campagna elettorale. Gli risponde Enrico Letta: “Putin non l’avrebbe detta meglio. Così Salvini è un pericolo per il paese”. Il caro bollette continua ad agitare la campagna elettorale. A Cernobbio il capo dello Stato, Sergio Mattarella, è tornato a chiedere l’intervento della Ue per provare a calmierare i prezzi sempre più folli. Enrico Letta gli ha dato ragione. Ma sul fronte interno, Dario Franceschini, a Napoli, dov’è candidato, annuncia: “Giù le mani dal reddito di cittadinanza. Il Pd lo difenderà con forza”. Scontro sul Covid. Speranza: “La destra dica una parola chiara sui vaccini”. Ed è polemica per le parole di Meloni all’attivista Lgbt salito ieri sul palco di Cagliari: “Hai già le unioni civili, puoi fare quello che vuoi”.

Verso le elezioni, la campagna elettorale in tempo reale 

“Al Voto” La newsletter | Rosatellum Legge elettorale, una spiegazione semplice

Scopri tutti i candidati con il database interattivo. E gioca con il Partitometro

22:59

Salvini: “Letta? Faccio interesse di italiani non dei russ”

“Letta dice da un settimana che il voto in Italia non sarà democratico perché influenzato dai russi.
Non so se a Brugherio ci sono dei russi in giro che vi chiamano di notte e vi dicono chi votare. Io faccio solo l’interesse del mio Paese e del popolo italiano”. Matteo Salvini, dal palco della Festa leghista a Brugherio, replica così al segretario Pd sul tema delle potenziali influenze russe sulla politica nazionale. “Le bollette della luce e del gas non le pagano Letta e Di Maio, gli operai che perdono il posto non è che vanno a mangiare da Letta e Di Maio”, aggiunge.

22:44

Conte: “Cè tentativo di restaurazione in atto”

“Un po’ tutte le altre forze politiche si stanno predisponendo a una vera e propria Restaurazione”, dice Giuseppe Conte nel corso di un comizio a Salerno. “Lo dico – spiega poi a margine – perché il Movimento 5 stelle ha avuto una forte carica innovativa. Chi ci voleva fuori, evidentemente, voleva ritornare alla politica del passato, ai privilegi dei politici, ai politici che non rispondono alla magistratura, ai politici che si sentono al di sopra dei cittadini. Questo non lo permetteremo mai”.

21:44

Calenda: “Letta? Basta giochini. Parliamo di cose serie”

“Posso partecipare anche io al giochino? Se votate Pd rischiate di fare vincere Fratoianni. Se votate la destra rischiate di far vincere Putin. Se votate M5s rischiate di fare vincere il nulla”. Carlo Calenda risponde così via Twitter alle parole del segretario Pd dalla Festa dell’Unità di Reggio Emilia e aggiunge: “Enrico ci vediamo al confronto domani e parliamo di cose serie. Che è meglio”.

21:29

Tajani (FI): “Tetto europeo al prezzo del gas per porre rimedio alle sanzioni giuste alla Russia”

”La priorità è abbassare il costo dell’energia e lo si deve fare con un tetto europeo al prezzo del gas, ecco perché serve un’azione congiunta di tutta l’Unione per porre rimedio alle sanzioni giuste che sono state inflitte dall’Europa alla Federazione russa. Dobbiamo anche fare in modo che i Paesi europei – che subiscono più danni dalla ricaduta delle sanzioni – siano aiutati con un nuovo Recovery plan.” Così il coordinatore nazionale di Forza Italia Antonio Tajani, intervenuto a Sirginano.

21:18

Letta: “Non daremo il governo alle quinte colonne del putinismo in Italia”

“Le parole di oggi di Salvini nel video di 50 secondi sono parole dette anche bene, ma è esattamente la tesi di Putin, è la traduzione in italiano di quello che oggi teorizza Putin. Evidentemente è una scelta che è contro di noi, e l’idea che diamo il governo del nostro paese in mano alle quinte colonne del putinismo in Italia, è un argomento in più per combattere fino alla fine, voto per voto, casa per casa, strada per strada”. Lo dice alla Festa di Reggio Emilia il segretario del Pd Enrico Letta.
 

20:35

Letta: “La destra come il gatto e la volpe ma non ci faremo fregare”

“È incredibile, il programma della destra non ha nessuna copertura economica e finanziaria, si candidano a governare dicendo che i soldi li prendono come Pinocchio, con il campo dei miracoli dove nasce l’albero con i soldi. La loro idea di bilancio pubblico è quella del gatto e la volpe, l’idea di fregare Pinocchio, ma noi non ci faremo fregare”. Lo dice il segretario del Partito democratico Enrico Letta alla festa dell’Unità di Reggio Emilia.
 

19:59

Letta: “Dobbiamo puntare al 40% degli indecisi”

“I sondaggi ci danno per sfavoriti? Nei sondaggi il 40% di coloro che sono stati consultati o non risponde o ha deciso di non votare per adesso. Dobbiamo puntare a quel 40%”. Così il segretario del Pd Enrico Letta ospite alla festa dell’Unità a Reggio Emilia. “Serve fare uno sforzo in più sui giovani – continua il leader dei Dem – I ragazzi tra i 18 e i 25 anni votano anche per il Senato, quindi i giovani valgono doppio stavolta. Il nostro obiettivo è convincerli, abbiamo messo al centro tante questioni che li riguardano nel nostro programma. Il nostro impegno è farli uscire da casa prima dei 30 anni. Sono convinto che saremo in grado di rivoltare i sondaggi anche grazie alle 600 feste che abbiamo organizzato in giro per l’Italia. Solo noi possiamo fare questo lavoro di territorio”.

19:48

Letta: “Calenda-Renzi e Conte rischiano far vincere la destra”

“L’unico obiettivo che Calenda e Renzi da una parte e Conte dall’altra raggiungono è rischiare di far vincere la destra nei collegi: il loro obiettivo è di un posizionamento immediato che nel prossimo parlamento non avrà nessun ruolo. Il nostro sforzo deve essere di tenuta della nostra coalizione e di far passare il messaggio che, vista la legge elettorale, o vinciamo noi o vince la destra”. Lo ha detto, dal palco della Festa dell’Unità di Reggio Emilia, il segretario del Pd Enrico Letta.

19:44

Franco: “Non è pensabile riscrivere il Pnrr, significherebbe bloccarlo”

“Il piano andrà visto e rivisto strada facendo, ma non ritengo sia pensabile riscriverlo: questo sarebbe solo un modo per bloccare la sua realizzazione, anche perché il piano mira ad affrontare nodi e debolezze strutturali del nostro Paese”. L’ha detto il ministro dell’Economia Daniele Franco intervenendo al Forum Ambrosetti in corso a Cernobbio. “Di obiettivi ce ne sono tanti – ha poi aggiunto – a partire dal cambiamento che viene richiesto alla nostra Pubblica amministrazione che deve essere in grado di progettare, monitorare e valutare i risultati non solo in quanto a regolarita'”.

19:34

Letta: “Scuola infanzia deve essere obbligatoria”

“Mi ha colpito la divisione sulla proposta della scuola d’infanzia obbligatoria per tutti”. Il segretario Pd Enrico Letta rilancia il tema a Reggio Emilia, nella terra degli asili più belli del mondo e patria del modello Reggio Children studiato ovunque nel mondo. “Tutti gli studi dimostrano che i bambini che hanno un percorso scolastico sin dalla tenera età, hanno un futuro migliore – ha spiegato – Ma poi c’è anche una differenza marcata per le famiglie stesse perché quando un bambino non frequenta la scuola dell’infanzia poi ricade sulle mamme e magari sulla loro rinuncia professionale. Per noi questo è un punto fondamentale, faremo investimenti sull’istruzione e sulle scuole dell’infanzia, ma anche sul tempo pieno e lavorando al prolungamento dell’obbligo. È uno sforzo necessario per rendere una società più uguale”.

19:19

Letta: “Salvini pro-Putin è un pericolo per il Paese”

“Sono gravissime le affermazioni di Salvini sul tema delle sanzioni alla Russia, ha detto cose che neppure Putin direbbe svelando alla fine la sua vera idea di questa vicenda cioè la vicinanza a Putin”. Lo ha detto il segretario del Pd Enrico Letta, ospite alla festa dell’Unità a Reggio Emilia.
“Di che ne dica la Meloni – ha continuato – la coalizione di centrodestra ha una scelta profondamente ambigua su una delle questioni più importanti, ossia l’aggressione all’Ucraina.
Salvini, pro Putin e che sostiene le tesi di Putin, è un vero pericolo per il nostro Paese”.

19:02

Fratoianni (SI): “Solidarietà a Ilaria Cucchi per kalashnikov su Facebook”

‘Voglio esprimere la mia solidarietà ad Ilaria Cucchi: evocare sui social l’uso di un Kalashnikov nei suoi confronti è gravissimo e inaccettabile”. Lo afferma Nicola Fratoianni dell’Alleanza Verdi Sinistra dopo la pubblicazione da parte di Ilaria Cucchi di un post in cui commenta le parole di un utente Facebook che scrive contro di lei ”lo strumento di voto giusto sarebbe il buon AK47”. ”L’Italia vive un momento davvero difficile, serve rispetto e senso di responsabilità – conclude il leader di SI – da parte di tutti, serve l’ecologia delle parole, basta con l’odio propagandato sui social”.
 

19:00

Il giornale tedesco Sz: L’amore per Meloni? Sarà ‘fugace come un peto’

“Fugace come una scorreggia”. È questo il titolo di un articolo del giornale tedesco Sueddeutsche Zeitung sulla volatilità dell’amore degli italiani per i loro leader politici. E in particolare sull’attuale innamoramento per Giorgia Meloni. “L’Italia si è innamorata di nuovo, questa volta della postfascista Giorgia Meloni – si legge nel sottotitolo – La cosa positiva è che (gli italiani) si disinnamorano altrettanto velocemente. In un Paese che evidentemente tutti possono governare una volta”.

18:42

Cottarelli (Pd): “Dispiaciuto che non si sia raggiunto un accordo con Calenda”

“Credo sia legittimo cambiare idea, sono scelte importanti e non entro nel merito. Detto questo, mi è spiaciuto che non si sia raggiunto un accordo, quello si”. Così, all’Adnkronos, Carlo Cottarelli commenta la decisione di Carlo Calenda di sfilarsi dalla coalizione di centrosinistra. Tuttavia, a margine del Forum Ambrosetti di Cernobbio, l’ex commissario alla spending review avverte: “Dopo le elezioni, se vincerà il centrodestra, bisognerà cercare di contrastare le politiche, sbagliate, di sovranismo e nazionalismo che ci staccherebbero dall’Europa. E non è una questione di fascismo, perché questa destra non è fascista, ma conservatrice”. Qui, aggiunge, “bisognerà giocare insieme. In fondo, guardiamo, ad esempio, all’interno dell’area di centrodestra quante anime ci sono, tra quelli che andavano in giro con la maglietta ‘no euro’ e quelli che invece, come Tajani, hanno fatto il presidente del Parlamento europeo. Anche lì ci sono delle differenze, solo che loro sono stati capaci di dare la giusta importanza allo stare insieme; dall’altra parte, invece, non so perché, non ne siamo stati capaci”.

18:38

Provenzano (Pd): “Calenda-Renzi ossessionati da Letta, Meloni ringrazia”

“Vecchia storia. Chi dice “né destra né sinistra” finisce sempre a destra. Matteo Renzi e Carlo Calenda attaccano Enrico Letta ogni ora. Un’ossessione. Il Terzo (Quarto) Polo cercava voti a destra? Fa solo campagna contro il Pd. Meloni e Salvini ringraziano. Noi andiamo Avanti!”. Lo scrive il vice segretario Pd, Peppe Provenzano, su Twitter.

18:27

Letta: “Salvini sulle sanzioni alla Russia? Putin non l’avrebbe detta meglio”

“Credo che Putin non l’avrebbe detta meglio”. Lo afferma su Twitter il segretario del Partito democratico Enrico Letta, in risposta al tweet del leader leghista Matteo Salvini, che ha scritto: “Le sanzioni stanno funzionando? No”.

18:14

Renzi: “Basta slogan sui diritti, serve concretezza”

“Tutti bravi a promettere l’allargamento dei diritti, ‘aumenteremo i diritti’, tutti grandi slogan, convegni, post, tweet. Chi davvero ha allargato i diritti sa cosa si prova quando si firma una legge. A me tremava la mano”. Lo dice in un video su TikTok il leader di Italia viva Matteo Renzi. “Mi tremava la mano – aggiunge l’ex premier – quando ho firmato la legge sulle unioni civili, sul ‘dopo di noi’, sull’autismo, sul terzo settore, contro il caporalato. Mi tremava la mano perché sapevo che dietro quelle leggi c’era una grande conquista storica. Oggi alcuni partiti – precisa Renzi – utilizzano le bandierine dei diritti solo per prendere voti. Senza concretezza”.

18:05

Letta: “Grazie Beppe Sala per il tuo voto al Pd”

Enrico Letta ringrazia il sindaco di Milano per il suo sostegno al Partito democratico. “Grazie Beppe Sala”, scrive su Twitter il segretario dem, in risposta alle parole di Sala: “Voterò Pd, non ho dubbi, è il mio partito di riferimento”.
 

18:03

Cottarelli (Pd): “Draghi coerente, non tornerà a fare il premier”

Carlo Cottarelli smonta il progetto di Carlo Calenda e Matteo Renzi di riportare a Palazzo Chigi Mario Draghi, annunciato ieri in occasione dell’apertura della campagna elettorale di Azione-Italia Viva-Calenda, a Milano. A margine del Forum Ambrosetti di Cernobbio, l’ex commissario alla spending review, oggi candidato alle elezioni politiche del 25 settembre con la coalizione di centrosinistra, confida all’Adnkronos: “Non credo ci sia purtroppo quella possibilità”. Del resto Draghi “ha detto, ‘io sono qui per condurre questo governo con questa maggioranza e nel momento in cui si è sfaldata questa maggioranza, o meglio hanno fatto sfaldare la maggioranza, è stato coerente e ha deciso che non si poteva andare avanti”.

17:44

Berlusconi: “Una donna a Palazzo Chigi? Nulla di strano ma andrà chi avrà più voti”

Il leader FI Silvio Berlusconi in un’intervista a ‘America Oggi tv’ e al ‘Giornale delle Partite Iva’ spega: “Non ci sarebbe nulla di strano che, anche in Italia, fosse il centrodestra a indicare, per la prima volta, una donna a Palazzo Chigi”, dice il leader di Forza Italia commentando che “nei Paesi europei sono stati quasi esclusivamente i partiti di centrodestra a portare una donna alla guida del governo. Penso a Margareth Thatcher, e poi a Theresa May nel Regno Unito, dove probabilmente sarà una donna, Liz Truss, anche il nuovo premier che si insedierà nei prossimi giorni a Downing Street. Tutte esponenti del partito Conservatore. Penso – aggiunge – ad Angela Merkel, leader della Cdu, per molti anni Cancelliere tedesco e statista più influente d’Europa”. Continua Berlusconi: “In questa legislatura è stata proprio Forza Italia ad esprimere, per la prima volta nella storia italiana, una donna alla seconda carica dello Stato, la presidenza del Senato. Voglio, però, aggiungere una considerazione: noi proporremo al capo dello Stato il nome indicato da chi nel centrodestra avrà preso più voti alle elezioni. Non in quanto uomo o donna – puntualizza – ma in quanto leader scelto dagli italiani, per la prima volta dal 2008”.

17:29

Berlusconi: “Tornerà il ministero per gli Italiani nel mondo”

Silvio Berlusconi considera “uno dei successi più importanti dei miei governi il fatto di aver reso possibile l’esercizio del diritto di voto per i nostri concittadini all’estero” e promette che “saremo al loro fianco anche questa volta, istituendo di nuovo – annuncia il leader FI in un’intervista a ‘America Oggi tv’ e al ‘Giornale delle Partite Iva’ – il ministero per gli Italiani nel mondo, potenziando la rete consolare, facilitando il recupero della cittadinanza per chi lo desidera, garantendo che non siano penalizzati sul piano fiscale”.

17:29

Fassino (Pd): “Salvini si fa megafono delle tesi di Putin”

“Quel Salvini che oggi si scaglia contro l’Europa per togliere le sanzioni alla Russia è lo stesso che partecipa ancora oggi al governo Draghi con tre ministri? Lo stesso che queste sanzioni le ha votate? Oppure quello che voleva partire per Mosca? Ormai Salvini finge di dimenticarsi di tutto e si fa megafono delle tesi di Putin. Concavo e convesso a fasi alterne. Il lupo perde il pelo ma non il vizio”. Lo ha dichiarato Piero Fassino, candidato Pd alla Camera nel collegio plurinominale di Venezia, Treviso e Belluno.
 

17:14

Zingaretti: “Conte di sinistra? Per lui Macron e Le Pen uguali”

 Dire che il M5S è un partito progressista o di sinistra significa tradire, e lo dico da osservatore, l’identità stessa del M5S, che nasce per sua definizione contro lo schema destra-sinistra. E ad aprile, non dieci anni fa, ma lo scorso aprile ricordo in una trasmissione, credo in questa sala, che addirittura la differenza tra Macron e Le Pen non era giudicata come una differenza dirimente perché comunque bisognava parlare a tutti. Siamo in campagna elettorale. Era un’affermazione del leader del M5S, fatta ad aprile, alcuni mesi fa. Ma non lo dico come attacco, lo dico per confermare un elemento identitario. Lui lo disse perché dal “vaffa day”, appunto la rivolta contro la stato, l’establishment e le identità politiche, l’elemento caratteristico del M5S è stato sempre quello di non schierarsi, e infatti nel Movimento sono rappresentate varie anime – osserva a in Onda Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio e candidato Pd nel primo collegio plurinominale Lazio 1 per la Camera dei deputati – Capisco che siamo in campagna elettorale, ma la verità è che l’agenda sociale italiana in questi anni l’ha garantita il Partito democratico sul lavoro, sui diritti, sulle battaglie che stiamo ancora facendo su tanti temi”.

16:50

Meloni: “Vile assalto ai gazebo, avvelenare gli animi non ci ferma”

“Il vile assalto al gazebo di Fratelli d’Italia a Milano, in via Papiniano, dimostra ancora una volta quanto sia difficile in questa campagna elettorale parlare di temi concreti. I nostri programmi e le nostre proposte per il futuro dell’Italia vengono puntualmente imbavagliati da episodi di violenza pericolosi e ingiustificabili. Avvelenare gli animi non riuscirà, però, a fermare la nostra determinazione. Che questi criminali dal volto coperto lo vogliano o no, FdI è pronta a governare questa Nazione. Perché siamo convinti che gli italiani perbene sono dalla nostra parte”. Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

16:45

Rossomando replica ad Appendino: “Il ‘pasticciaccio brutto’ lo ha fatto il M5S”

“Vorrei dire a Chiara Appendino che purtroppo l’unico ‘pasticciaccio brutto’ l’ha combinato il Movimento Cinque Stelle innescando la crisi di governo, proprio quando si stavano per portare a casa il salario minimo e altre importanti misure, come lotta alla precarietà e il taglio al cuneo fiscale”. Così la vicepresidente del Senato e responsabile Giustizia e Diritti del Pd, Anna Rossomando. “Ora è evidente – afferma Rossomando – che questi continui attacchi al Pd da parte del Movimento Cinque Stelle rendono Conte e Appendino strumenti più o meno inconsapevoli della propaganda di Salvini e Meloni che sul tema dei diritti, sia sociali che civili, hanno idee e programmi retrogradi”.

16:41

Di Maio: “Per Conte M5S sorpresa? Lo stanno dicendo tutti”

Conte dice che il M5s sarà la sorpresa alle prossime elezioni? “Ognuno sta dicendo sarà lui o lei la sorpresa”. Parlando con i giornalisti a Napoli, dove ha incontrato alcuni commercianti per discutere del caro bollette, il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, replica così a Giuseppe Conte che, poche ore prima, sempre nel capoluogo campano, aveva assicurato che il Movimento sarà la sorpresa delle prossime Politiche. “Quello che posso dire è che oggi chi parla di altri temi fuori dal tema delle bollette rischia di sembrare di essere su Marte – aggiunge Di Maio – in questo momento storico serve un intervento netto sulle bollette elettriche, lo dobbiamo fare con un decreto taglia-bollette che noi abbiamo proposto. Bisogna pagare l’80% delle bollette delle imprese italiane, dal più piccolo bar alle più grandi aziende con i soldi dello Stato e, intanto, ottenere il tetto massimo al prezzo del gas. Questi sono i nostri due obiettivi e bisogna ottenerli il prima possibile”.

15:49

Berlusconi: “Ho fatto il cameriere, ragazzi, datevi da fare”

“Ragazzi, oggi niente battute, dobbiamo far finte di essere delle persone serie. Voglio parlarvi brevemente di me. Lo sapete, sono partito da zero, e ho fatto venti lavori diversi: ho fatto il contadino, il cameriere, ho venduto libri, cornici per quadri, elettrodomestici e ho fatto il correttore di bozze per il Corriere della Sera. Dopo di che è cominciata la mia carriera nel campo edile. Con questo, voglio dirvi che anche voi potete darvi da fare in tante direzioni diverse”. Così su TikTok il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, ripercorrendo alcune tappe dei suoi inizi come imprenditore.

 

14:19

Conte: “M5S sarà di nuovo la sorpresa del voto”

“Noi del Movimento 5 Stelle abbiamo risparmiato un sacco di soldi non commissionando sondaggi, e io non li guardo. Non lo facevo quando ci davano con percentuali basse e non mi esalto ora che siamo nettamente in crescita”. Lo ha detto il leader del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte a Napoli. “Io credo che ancora una volta – ha detto – il M5S sarà la sorpresa delle prossime elezioni, e lo dico senza spocchia e senza arroganza. Lo dico perché è il momento della verità ed in questo momento i cittadini si interrogano e cercano di distinguere chi fa degli slogan e chi ripete quasi come una litania cose che dicono anche gli altri per essere alla pari, o anche dicono quello che ai cittadini fa piacere sentirsi dire. Noi invece siamo chi non fa promesse ma assume impegni chiari e in modo trasparente”. Sulla campagna elettorale, Conte, accompagnato nella passeggiata nel centro storico di Napoli dai candidati Gilda Sportiello e Sergio Costa, ha sottolineato che “il Movimento può fare tutto ma con gli elettori. Noi ci mettiamo il massimo impegno, il cuore e il coraggio. La verità è che le persone, gli elettori possono fare tutto. I giornali e la stampa hanno già decretato chi vince e chi perde e come sempre non hanno calcolato il M5S, che è stato anche un po’ emarginato nel dibattito anche politico. Grazie a Dio questo è il momento della verità, decidono i cittadini, voteranno il 25 settembre e noi vediamo come qui a Napoli tantissimo entusiasmo e attenzione.
Quando si tratta di scegliere sul proprio destino i cittadini sono molto attenti”.

14:15

Braga, Pd: “Salvini megafono di Putin”

“Mentre in Europa si lavora finalmente a soluzione prezzi energia Salvini attacca l’Unione Europea e nega l’emergenza clima. Ecco la vera faccia della destra: contro gli interessi ma vero megafono a propaganda di Putin”. Lo scrive la responsabile della Transizione Ecologica del Pd, Chiara Braga, su Twitter.

14:12

Conte: “Contro la crisi energetica considerare lo scostamento di bilancio”

 Sulla crisi energetica in Italia “bisogna avere il coraggio di generare risorse e se poi non dovesse bastare fare anche uno scostamento di bilancio”. Lo ha detto il leader del Movimento 5 Stelle a Napoli Giuseppe Conte.

“Io dico: abbiamo fatto cinque scostamenti nel momento più duro della pandemia, abbiamo portato il pil a +6,6% e lasciato lo spread sotto i 100. Quando c’è una politica economica e sociale ben costruita, ben comunicata ai cittadini oltre che ai mercati, anche i mercati finanziari capiscono”. Conte sottolinea che “come già detto a livello europeo sull’Energy Recovery Fund, sul piano interno sono da recuperare innanzitutto le risorse interne già stanziate e che adesso mancano. Bisogna riscrivere la norma sugli extraprofitti ed estenderla ad altri comparti, avere il coraggio di scontentare un pò di parlamentari industriali che però hanno fatto tanta speculazione durante la pandemia. Noi abbiamo individuato, ad esempio, il settore farmaceutico e quello assicurativo ed anche qualche altro settore”.

13:09

Covid, Speranza: “Meloni e Salvini dicano parola chiara su campagna di vaccinazione”
 

“Sono tre giorni che sto chiedendo a Salvini e Meloni una parola chiara su una questione decisiva. Da ministro non ho mai risposto alle polemiche, ma ora chiedo a loro una parola chiave. Il Covid è ancora una sfida aperta e gli italiani hanno diritto a sapere cosa pensa la destra. Giorgia, dopo il 26 settembre la campagna di vaccinazione va avanti o no? Perché non dici una parola chiara?”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, intervenendo a Napoli alla presentazione dei candidato del Pd alle politiche nei collegi campani. “La sensazione, devo dedurlo, è di fare l’occhiolino ai no vax”, ha aggiunto Speranza.

12:45

Salvini: “Europa responsabile dell’aumento delle bollette”

“L’Europa è corresponsabile di questi aumenti con politiche green ideologiche, con sanzioni alla Russia, e deve essere l’Europa a proteggere famiglie e imprese”. Così Matteo Salvini a Cattolica. Rispondendo a chi gli chiedeva come il centrodestra avrebbe cambiato il Pnrr, in particolare sui progetti di sostenibilità ambientale, ha premesso che “l’emergenza adesso è la bolletta della luce e del gas. Tutto quello che verrà a ottobre, novembre, dicembre ha tempo per essere affrontato”. Occorre “proteggere famiglie e imprese, altrimenti qua non c’è Pnrr, non c’è sviluppo, non c’è salario minimo, non c’è salario massimo”, ha aggiunto.

12:10

+ Europa a Meloni: “Serve il matrimonio egualitario”

 “‘Hai già le unioni civili, quindi puoi fare quello che vuoì, ha detto Giorgia Meloni a un’attivista Lgbti+ che l’ha contestata a Cagliari mostrandole i colori della bandiera rainbow. Eh no cara Giorgia Meloni, noi vogliamo la piena uguaglianza davanti alla legge e le unioni civili non bastano”.

Lo dichiarano Yuri Guaiana, capolista di +Europa alla Camera dei Deputati nei collegi di Bergamo e Treviso, e Matteo Di Maio, candidato alla Camera dei Deputati nel collegio di Brescia. “Noi vogliamo gli stessi diritti e gli stessi doveri che hai tu: scegliere di poterci sposare o no, di poter adottare o no, vogliamo che i nostri figli siano protetti dalla nascita esattamente come i tuoi. Perché i diritti non si concedono, si riconoscono pienamente, dai matrimoni alla genitorialità. E no, non ci caschiamo: anche nell’Ungheria del tuo amico Orban ci sono le unioni civili, ma vediamo bene come la vita di centinaia di migliaia di persone sia peggiorata per via di leggi censorie e discriminatorie. Noi stiamo dalla parte dell’attivista Lgbti+ perché vogliamo una società libera, aperta e inclusiva dove tutti i cittadini siano eguali davanti alla legge”, concludono Guaiana e Di Maio.

 

12:07

Speranza: “Da valutare un piano di razionamento dell’energia”

“Questo lo valuteremo, tutti i paesi europei stanno dando segnali di una maggiore attenzione che io credo sia giusta nell’utilizzo dell’energia”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, risponde a Napoli, dove è candidato, a chi gli chiede se è al vaglio un piano di razionamento dell’energia.

12:04

Berlusconi: “Noi indispensabili in un governo di centrodestra”

“Casellati si è candidata in Basilicata per ribadire il nostro impegno per la Basilicata e per tutto il Mezzogiorno”. Lo ha detto il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, intervenendo in collegamento audio con Potenza alla presentazione dei candidati azzurri in Basilicata. “Senza Forza Italia – ha proseguito Berlusconi – non esisterebbe la coalizione di centrodestra: i nostri valori sono indispensabili in un governo di centrodestra”.

11:54

Letta: “Mattarella ha ragione sull’energia, serve risposta dell’Europa”

“Ha ragione il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha lanciato un messaggio puntuale, giusto e tempestivo, chiedendo una risposta europea immediata ed efficace sul problema dell’energia. Una risposta che può essere complessiva solo a livello europeo, mentre a livello nazionale si possono dare risposte utili ma limitate”. “L’Italia – ha aggiunto Letta – non si può permettere una crisi economica e sociale”. “Ho grande attesa per il prossimo 9 settembre”, ha detto riferendosi al vertice dei ministri europei dell’Energia.

11:43

Mattarella: “Contro il caro bollette serve una risposta urgente della Ue”

 “Il vertiginoso innalzamento dei prezzi dell’energia, favorito anche da meccanismi irragionevoli e da squilibri interni tra i Paesi europei, costituisce uno dei nodi più critici del momento attuale. È necessaria e urgente una risposta europea all’altezza dei problemi. I singoli Paesi non possono rispondere con efficacia alla crisi. Nel liberarsi dalla dipendenza russa per le fonti di energia, l’Europa è chiamata, ancora una volta, a compiere un salto in avanti in determinazione politica, integrazione, innovazione”. Lo scrive in un messaggio al Forum, European House-Ambrosetti, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

(ansa) 11:40

Salvini: “La Ue ripensi le sanzioni alla Russia”

“Siamo di fronte all’unico caso al mondo in cui le sanzioni per fermare una guerra, per mettere in ginocchio un regime per bloccare gli attacchi non danneggiano i sanzionati, ma coloro che sanzionano”. Matteo Salvini, a margine del suo incontro a Fano con i simpatizzanti e i candidati della Lega alle elezioni del 25 aprile, è tornato a segnalare che “ci stanno rimettendo gli italiani e ci stanno guadagnando i russi” e che, “evidentemente a Bruxelles, qualcuno ha sbagliato i conti”. “Bisogna continuare a sostenere, difendere e aiutare il popolo ucraino – ha detto ancora -, ma le sanzioni non stanno facendo male alla Russia, che sta guadagnando centinaia di migliaia di miliardi in più. Stanno facendo male alle nostre imprese e alle nostre famiglie, per cui è evidente che ci sia qualcosa da ripensare”

11:09

Gentiloni: no allo scostamento di bilancio

 “L’intenzione del governo di non fare ulteriore debito mi sembra un’intenzione più che giustificata”.  Così, a margine del Forum Ambrosetti, il Commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni ha risposto ad una domanda su quanto sia sostenibile, da parte del nostro Paese, uno scostamento di bilancio per affrontare l’emergenza energetica.

10:31

Franceschini: “Giù le mani dal reddito di cittadinanza”

“Giù le mani dal reddito di cittadinanza. Il partito democratico lo difenderà con forza dagli attacchi della destra. Lo abbiano già valorizzato nei governi Draghi e Conte 2 e continueremo a farlo, perchè è una misura necessaria per sostenere i più esposti alle conseguenze della crisi. Poi gli andranno affiancate altre misure per i lavoratori, a cominciare dal salario minimo e dalla mensilità in più”. Lo ha detto Dario Franceschini arrivando a un’iniziativa elettorale a Napoli insieme a Roberto Speranza.



Jasaseosmm.com Smm Panel is the best and cheapest smm reseller panel Buy Twitter Verification for instant Instagram likes and followers, Buy Verification Badge, Youtube views and subscribers, TikTok followers, telegram services, and many other smm services. telegram, and many other smm services.