MotoGp, dominio Ducati a Misano: Miller in pole, Bastianini e Bezzecchi in prima fila. Bagnaia 5°, ottavo Quartararo

Posted on

MISANO – Difficilmente poteva andare meglio di così, per Bagnaia e la Ducati. In un pomeriggio di qualifica che una pioggia leggera ha reso imprevedibile, Pecco ha chiuso col 2° crono. La penalizzazione per l’errore commesso venerdì gli costa cara ma non carissima, come previsto il piemontese deve cedere 3 posizioni però partirà dalla seconda fila. Niente male, soprattutto perché Quartararo è alle sue spalle: in evidente difficoltà col meteo instabile, il francese della Yamaha non ha saputo fare meglio dell’8° crono. Cominciare dalla terza fila sarà per Fabio un bel problema: la M1 soffre terribilmente, quando si tratta di inseguire. Le Rosse fanno festa: l’altro pilota ufficiale, Miller, si prende meritatamente la pole. Sul bagnato, l’australiano ha sempre una marcia in più. Domani si troverà a fianco altri due ducatisti: Bastianini, che corre per il team Gresini, e Bezzecchi, del Mooney Vr46, promosso dalle Q1. Spostando le prime tessere col salto indietro obbligato di Pecco, ecco che nella seconda fila della griglia Bagnaia si troverà stretto fra l’Aprilia di Vinales e la Gp22 Pramac di Zarco. Poi tocca a Marini, anche lui passato per le Q1, aprire la terza fila. Sette moto italiane davanti a Zarco, che al via si troverà a lottare con un’altra Aprilia al suo fianco: quella di Aleix Espargarò, 2° in classifica e in piena lotta per il titolo.

Bagnaia: “Mi sono detto: o la va, o la spacca”

“Oggi è stata veramente dura, alla fine mi sono detto: o la va, o la spacca. E per la prima volta al curvone (il tornante numero 11, ndr) mi sono buttato sul cordolo, sperando fosse asciutto: ho sentito uno strano rumore, ma è andata bene”. Bagnaia, coraggio e determinazione. Con 3 posizioni da perdere per via della penalizzazione, aveva bisogno di chiudere in prima fila. “E ci sono riuscito, però che fatica! Sono uscito per le Q2 con le gomme da bagnato, ma non si capiva niente. La pista si è pulita subito, e allora con quelle da asciutto ho trovato la lucidità per rimediare all’ultimo. Sapevo di poter fare la differenza in quel punto, è tutto il fine-settimana che mi trovo a meraviglia”. Quartararo è dietro, domani potrebbe essere una grande occasione per recuperargli altri punti. “Molto dipenderà dal meteo”. Fa una smorfia. “Pare ci sarà ancora questa pioggerella, che non sai mai quando spingere o fare il flag-to-flag. Invece mi auguro una corsa asciutta, anche se sul bagnato abbiamo dimostrato di essere pronti”.

MotoGp Misano, poker Ducati davanti a Quartararo. Bagnaia penalizzato, perderà tre posizioni

dal nostro inviato Massimo Calandri 02 Settembre 2022

Dall’Igna sorride: “Ma ora arriva la parte più difficile”

Pure Miller spera che domenica sia una giornata diversa: “Gara asciutta. O bagnata, ma per davvero: queste condizioni a metà finiscono per mettere tutti in difficoltà”. Il canguro è felice. “Erano 5 anni che non facevo una pole (in realtà 4 anni e 4 mesi, ndr). Ho cambiato in fretta le gomme da bagnato, ho spinto subito di brutto e sono davvero soddisfatto: la moto va forte”. Riceve i complimenti di Gigi Dall’Igna, dg del Reparto Corse di Borgo Panigale: “Gran bella giornata, complimenti ai nostri ragazzi. E’ stata una qualifica fatta col cuore più che con la tecnica: adesso viene la parte più difficile”, dice l’ingegnere.

MotoGp, Marquez torna in pista a Misano: visite mediche e test, in gara in Aragona

dal nostro inviato Massimo Calandri 02 Settembre 2022

Il ‘jolly’ di Bastianini: “E’ andata bene”

Bastianini, ducatista in prima fila: “L’asfalto era così scuro che non riuscivi a distinguere tra l’asciutto e il bagnato. Un giro dopo l’altro, la pista migliorava. Nel box abbiamo fatto un gran lavoro. All’ultimo ho preso un jolly: allora mi sono imposto di stare calmo, davanti a me Morbidelli è andato largo e ho rischiato di finire per terra”. La pista di Misano è una delle preferite dalla ‘Bestia’: “La prima fila va benissimo, speriamo di cominciare subito bene. E complimenti a Miller, è andato alla grande”.

Dovizioso (18°), domani è la gara dell’addio

Sette moto italiane, anzi: otto nelle prime 3 file, con Quartararo circondato. In quarta fila c’è il compagno di squadra del francese, un Morbidelli che poco alla volta si sta ritrovando. Una fila più indietro ecco Di Giannantonio, subito dietro a un deludente Martin. Altri due italiani in griglia: Pirro, ducatista con la wild card, è 17° giusto davanti a Dovizioso, che domani dirà addio alle corse.

Jasaseosmm.com Smm Panel is the best and cheapest smm reseller panel Buy Twitter Verification for instant Instagram likes and followers, Buy Verification Badge, Youtube views and subscribers, TikTok followers, telegram services, and many other smm services. telegram, and many other smm services.