Russia, le news dalla guerra del 3 settembre. Il gasdotto non riparte

Posted on

L’Aiea ha ottenuto di poter lasciare stabilmente due dei suoi ispettori nell’impianto di Zaporizhzhia. Riattivato il reattore numero 5, spento dal sistema d’emergenza dopo i raid nelle vicinanze, mentre i russi che controllano l’area hanno accusato ancora gli ucraini di aver ripreso a bombardare la zona. Erdogan offre a Putin di mediare.Tornano ad alzarsi i toni tra Mosca e Washington. Biden vuole inviare altri 13 miliardi di aiuti, per la Russia gli Usa sono ormai parte del conflitto. I ministri delle finanze del G7 danno l’ok al price cup sul petrolio, si lavora per un tetto anche al prezzo del gas. La risposta della Russia è lo stop totale a Nord Stream: le forniture non riprenderenno oggi come invece era stato annunciato, dopo il blocco ufficialmente attribuito a un guasto a una turbina e li problemi dovuti alle sanzioni. A Mosca le esequie di Gorbaciov.

 

22:33

Ucraina, attacchi ed esplosioni: uccisi e feriti diversi bambini

Diversi bambini in Ucraina sono rimasti uccisi o feriti a causa degli attacchi russi e della gestione negligente delle munizioni, secondo quanto ammesso dalle stesse autorità locali. “A Zelenodolsk i russi hanno ucciso un bambino di 9 anni”, ha scritto su Telegram il governatore militare della città nella regione di Dnipropetrovsk, Valentyn Resnichenko. In totale, circa 10 persone sono state ferite dagli attacchi missilistici, la maggior parte delle quali in modo grave. Ci sono stati raid anche nella regione di Mykolayiv, nell’Ucraina meridionale, dove un bambino di 8 anni è morto, mentre altri due bambini e quattro adulti sono rimasti feriti.

Anche nel nord dell’Ucraina, nella regione di Chernihiv, le autorità hanno riferito di numerosi colpi di artiglieria russa, che hanno danneggiato diversi edifici. In questo caso, tuttavia, la negligenza degli stessi ucraini è stata responsabile del ferimento di diversi bambini: un colpo è stato sparato da un lanciagranate a una mostra di armi nel capoluogo regionale di Chernihiv. Cinque persone, tra cui quattro bambini di età compresa tra i 2 e i 12 anni, sono rimaste ferite nell’incidente. L’ufficio del pubblico ministero ha avviato le indagini.

22:19

Zelensky: “La Russia prepara colpo decisivo in guerra energetica a Europa”

Nella guerra energetica contro l’Europa, la Russia si prepara a infliggere “un colpo decisivo”. E’ l’allarme lanciato dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky, che ha esortato i Paesi europei a una maggiore unità per contrastare Mosca. “La Russia sta cercando in questi giorni di aumentare ancora di più la pressione energetica sull’Europa, le forniture di gas attraverso Nord Stream 1 sono state completamente interrotte – ha detto Zelensky nel suo videomessaggio serale – La Russia vuole distruggere la vita normale di ogni europeo, in tutti i Paesi del nostro continente”. Dinanzi a questa minaccia, secondo il presidente ucraino, gli europei devono coordinare meglio le loro contromisure e aiutarsi a vicenda.

21:47

Zelensky, feroci combattimenti a Kharkiv e nel Donbass

Il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelenskyy , ha affermato che “feroci combattimenti continuano in molte aree del fronte”. Nel suo consueto video discorso serale, ripreso da Unian, il leader ucraino ha precisato che o combattimenti persistono sia nell’Oblast di Kharkiv, nel sud, sia nel Donbass”.

21:18

Zelensky loda aviazione, “abbattuti missili russi”

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha elogiato l’aviazione del suo Paese per aver abbattuto missili da crociera Kalibr russi, un elicottero e alcuni droni , sottolineando l’ìmportanza di difendere i cieli dell’Ucraina. Nel suo consueto video serale, citato da Ukrinform, Zelensky ha spiegato che “oggi la nostra aviazione ha ottenuto un buon risultato: ha abbattuto missili Kalibrs, un elicottero d’attacco e droni. Voglio ringraziare tutti i nostri difensori del cielo del Comando aereo orientale. Ben fatto, oggi e sempre. Ciascun risultato del genere è una vita ucraina salvata, un’opportunità per tutto il nostro popolo di non aver paura. Faremo di tutto affinché l’Ucraina possa difendere pienamente i suoi cieli dalla Russia missili e aerei. Questa è una delle questioni fondamentali per il nostro Paese”. Il presidente ha anche ringraziato i partner per il loro aiuto, sottolineando che aiutare l’Ucraina nella difesa aerea è “il modo più letterale e più ovvio per proteggere le persone dal terrore russo”.

20:43

Kiev, almeno 380 bambini morti dall’inizio della guerra

Almeno 380 bambini hanno perso la vita dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina. Lo ha annunciato oggi l’ufficio del procuratore generale ucraino su Telegram. Lo riporta l’agenzia Dpa, precisando che complessivamente i bambini feriti sono invece circa 737, ma che questi bilanci provvisori non possono essere confermati da un organismo indipendente. Donetsk, nell’est del Paese, con 388 vittime, ha il maggior numero di bambini uccisi o feriti, seguita da Kharkiv (204). L’Ucraina conta anche 2.328 scuole danneggiate dalle bombe o dai bombardamenti, 289 delle quali completamente distrutte.

20:11

Kiev, nuovamente colpito lo strategico ponte sul fiume Dnepr

Le forze ucraine hanno annunciato che il ponte ferroviario Antonivka nella regione di Kherson, è stato nuovamente colpito. Lo riporta Ukrinform citando il Dipartimento per le comunicazioni strategiche delle forze armate ucraine. L’infrastruttura sul Dnepr, era già stata danneggiata da diversi raid delle forze di Kiev per impedire l’arrivo dei rifornimenti alle truppe russe dalla sponda orientale del fiume.

19:47

Gerashchenko: “Kadyrov lascia? Aveva promesso migliaia di combattenti, ma ha fallito”

Ramzan Kadyrov ha annunciato che potrebbe ritirarsi, lasciando la presidenza della Cecenia dopo 15 anni. Secondo quanto scritto su twitter da Anton Gerashchenko, consigliere del ministero dell’Interno di Kiev, “questo potrebbe essere legato al fatto che Kadyrov aveva promesso a Putin di addestrare decine di migliaia di combattenti per l’Ucraina e sta fallendo”.

19:24

Ucraina, violenti raid russi nella regione di Chernihiv

Incessanti e violenti raid russi sono stati segnalati oggi nella regione di Chernihiv, da parte delle autorità ucraine. Il capo dell’amministrazione militare regionale ha riferito di “più di 50 esplosioni  nel villaggio di Mykhalchyna Sloboda”, ma che al momento non sono state segnalate vittime tra i civili. A causa dei bombardamenti, gli edifici residenziali e commerciali hanno però subito dei danni. Sotto attacco anche Melitopol, nella regione di Zaporizhzhia, temporaneamente occupata dai russi, dove sono state udite esplosioni nell’aeroporto, stando al sindaco Ivan Fedorov.

19:04

Aiea, Zaporizhzhia fornisce elettricità attraverso linea di riserva

Il direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica, Rafael Grossi, ha affermato che l’impianto nucleare di Zaporizhzhia, controllato dai russi, in Ucraina, è stato scollegato dalla sua ultima linea elettrica esterna, ma è ancora in grado di far funzionare l’elettricità attraverso una linea di riserva. Grossi ha detto che gli esperti dell’agenzia, giunti a Zaporizhzhia giovedì, sono stati informati dal personale ucraino di alto livello che la quarta e ultima linea operativa era fuori uso. Le altre tre erano andate perse in precedenza durante il conflitto. Ma gli esperti hanno appreso che la linea di riserva che collega l’impianto a una vicina centrale termica forniva l’elettricità generata dalla centrale alla rete esterna. “Abbiamo già una migliore comprensione della funzionalità della linea di riserva nel collegare l’impianto alla rete”, ha detto Grossi, “Si tratta di informazioni fondamentali per valutare la situazione generale dell’impianto”. La direzione dell’impianto ha informato l’Aiea che un reattore è stato scollegato sabato pomeriggio. Un altro reattore è ancora in funzione.

18:39

Aiea, centrale Zaporizhzhia disconnessa dalla rete

La centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia, dall’inizio della guerra sotto il controllo delle forze russe, è stata nuovamente disconnessa dalla rete elettrica del Paese. Lo hanno rivelato i funzionari dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) che si trovano sul sito dell’impianto. Nel pomeriggio le autorità filorusse di Enerhodar, la città ucraina dove si trova il sito di produzione energetica, avevano annunciato che la fornitura di elettricità all’Ucraina proveniente dalla centrale nucleare di Zaporizhzhia era stata sospesa per complicanze tecniche.

18:29

Michel: “Coraggio Aiea impressionante, pieno supporto dell’Ue”

Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha dichiarato di aver parlato con il capo dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica, Rafael Grossi, a seguito della visita degli ispettori nucleari delle Nazioni Unite all’impianto di Zaporizhzhia in Ucraina, assicurando il pieno supporto Ue alla missione. “Il loro coraggio e la loro professionalità nel portare a termine la prima missione alla centrale è impressionante – afferma su twitter -. La Russia ha messo in pericolo il mondo. Garantire la sicurezza nucleare è fondamentale: è necessaria la presenza continua dell’Aiea presso l’impianto”.

(reuters) 17:57

Ucraina: a territori sotto Kiev non arriva più elettricità da Zaporizhzhia

La centrale nucleare di Zaporizhzhia ha smesso di rifornire di elettricità i territori controllati dall’Ucraina. Lo hanno dichiarato le autorità sostenute dal Cremlino, mentre un gruppo di ispettori dell’Aiea sta continuando la propria missione nel sito. L’amministrazione comunale filorussa di Enerhodar, dove si trova l’impianto di Zaporizhzhia, ha dato la colpa a un presunto attacco ucraino, che avrebbe distrutto una linea elettrica chiave. “La fornitura di elettricità ai territori controllati dall’Ucraina è stata sospesa a causa di difficoltà tecniche”, ha detto l’amministrazione comunale in un post sul suo canale Telegram. Non è chiaro se l’elettricità proveniente dall’impianto raggiunga ancora le zone controllate dai russi. Vladimir Rogov, un membro dell’amministrazione regionale nominata dal Cremlino, ha affermato su Telegram che una granata ha colpito un’area tra due reattori.

17:26

Zelenska alla Bbc: “In Occidente voi contate i soldi, noi i morti”

L’impatto economico della guerra in Ucraina è duro per gli alleati di Kiev, ma mentre i britannici “contano i penny”, gli ucraini “contano le vittime”. Lo ha detto alla Bbc Olena Zelenska, moglie del presidente dell’Ucraina Zelensky, in un’intervista che l’emittente trasmetterà domani, sottolineando che, se il sostegno all’Ucraina fosse forte, la crisi durerebbe meno. Riguardo l’aumento delle bollette energetiche, in parte a causa dell’invasione russa dell’Ucraina e del conseguente impatto che ha avuto sul prezzo del gas e del petrolio, la Zelenska ha affermato che è importante continuare a sottolineare il bilancio umano della guerra. “Capisco che la situazione sia molto difficile – ha affermato – I prezzi stanno salendo anche in Ucraina. Ma in aggiunta la nostra gente viene uccisa. Quindi, quando voi iniziate a contare i penny sul vostro conto in banca o in tasca, noi facciamo lo stesso, ma contiamo anche le nostre vittime”.

16:51

Russia, ceceno Kadyrov: “Ora lunga vacanza”

Il presidente della repubblica russa della Cecenia, Ramzan Kadyrov, ha dichiarato di essersi “pienamente meritato una vacanza per un periodo lungo e indefinito” senza precisare se si dimetterà dalla leadership della regione. In un video pubblicato su Telegram e accompagnato da poche righe, l’uomo ritenuto vicino al presidente russo Vladimir Putin e accusato da diverse ong per la persecuzione delle minoranze, ha dichiarato di aver compreso di non essere apprezzato “dagli attuali capi delle istituzioni della Federazione Russa”. Poi l’annuncio sibillino: “Penso di essermi pienamente meritato una vacanza per un periodo lungo e indefinito”.

Ramzan Kadyrov, ecco chi è il sanguinario leader ceceno fedele a Putin che minaccia di morte Zelensky

di Enrico Franceschini 22 Aprile 2022 16:26

Russia: “Forniremo prove su laboratori Usa per armi biologiche”

La prossima settimana la Russia presenterà all’Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra documenti che dimostrano che il Pentagono ha svolto ricerche “illegali” su armi biologiche nei laboratori “gestiti dagli Stati Uniti” in Ucraina. Lo ha annunciato Igor Kirillov, capo delle truppe di protezione dalle radiazioni, chimica e biologica delle forze armate russe, nel corso di una conferenza stampa. “Vogliamo che le organizzazioni che sovrintendono all’attuazione della Convenzione (sulle armi biologiche, ndr) e la comunità internazionale prendano atto di queste minacce biologiche”, ha dichiarato Kirillov, secondo cui ci sono prove che gli Stati Uniti e l’Ucraina abbiano violato gli articoli I e IV della Convenzione, che vietano esplicitamente ai firmatari di sviluppare, produrre e immagazzinare sostanze pericolose. La Russia ha rilevato più di 50 biolab gestiti dagli Stati Uniti vicino ai suoi confini, ha aggiunto.

15:54

Russia: “L’Ucraina ha subito gravi perdite durante la controffensiva nel sud”

La controffensiva dell’Ucraina in corso per spingere le forze russe fuori dal sud del paese ha avuto un costo pesante per le forze di Kiev. Lo ha dichiarato il ministero della Difesa di Mosca, secondo cui l’ucraina continua a fallire nei suoi tentativi di riconquistare l’area tra le città di Mykolaiv e Kryvyi Rih. Ieri il ministero aveva affermato che l’Ucraina ha perso 23 carri armati e 27 veicoli da combattimento, oltre a più di 230 soldati.

Obiettivo Kherson, terzo giorno della controffensiva. La battaglia del Sud su cui gli ucraini scelgono il silenzio

dal nostro inviato Daniele Raineri 31 Agosto 2022 14:54

Reynders: “Congelati dalla Ue 14 miliardi di euro agli oligarchi russi”

L’Unione europea ha congelato finora agli oligarchi russi 14 miliardi di euro per le sanzioni relative alla guerra in Ucraina; a questa cifra l’Italia ha contribuito con meno di 300 milioni di euro. Lo ha affermato il commissario Ue alla Giustizia, Didier Reynders, nel suo intervento al Forum Ambrosetti di Cernobbio. “Come commissario alla giustizia devo applicare le sanzioni, come il congelamento degli asset degli oligarchi – ha spiegato – con la task force è stato possibile congelare 14 miliardi di euro a oggi degli oligarchi russi. Con sei Stati membri stiamo raggiungendo il 90% di questi, con un importo compreso tra 1 e 3 miliardi per ogni stato membro. Abbiamo sollecitato altri stati a fare di più, ci sono 4 stati membri con meno di 1 miliardo congelato, in Italia sono meno di 300 milioni. Cerchiamo di lavorare su quello e congelare sempre di più. Per il momento con il G7 siamo arrivati a 30 miliardi, e a oltre 300 miliardi alla Banca centrale russa, un impatto importante”.

14:53

Mykolaiv, nuovi bombardamenti russi. “Morto un bambino di 8 anni”

Un bambino di 8 anni è stato ucciso e altre 6 persone sono rimaste ferite nella regione di Mykolaiv a causa di bombardamenti russi. Lo riferisce su Telegram il capo del Consiglio regionale di Mykolaiv, Hanna Zamazeyeva, come riporta Unian.

13:28

Erdogan propone a Putin la mediazione sulla centrale di Zaporizhzhia

La Turchia può svolgere un ruolo di mediazione sulla centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia occupata dalle truppe russe. Lo ha proposto il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, al suo omologo russo Vladimir Putin. “Il presidente Erdogan ha indicato che la Turchia può svolgere un ruolo di facilitazione sulla centrale nucleare di Zaporizhzhia, proprio come ha fatto per l’accordo sul grano”, ha affermato la presidenza turca, riferendosi all’accordo sull’esportazione di cereali firmato a luglio da Kiev e Mosca, con l’Onu e la Turchia come garanti.

Recep Tayyip Erdogan (ansa) 11:43

Lunga fila di cittadini a Mosca per il funerale di Gorbaciov

Una lunga fila di cittadini comuni, ma anche di personaggi noti, come una delle più famose cantanti russe Alla Pugachiova, si è creata fuori dalla Casa dei sindacati a Mosca dove si svolge la cerimonia di addio a Mikhail Gorbaciov. A dare l’ultimo saluto al leader dell’Urss anche l’ex presidente russo e vicepresidente del Consiglio di sicurezza Dmitrij Medvedev. Il primo ministro russo Mikhail Mishustin e il governo hanno inviato corone di fiori alla camera ardente allestita nella sala delle Colonne. Assente Vladimir Putin che si era limitato a rendere oaggio alla salma nella camera ardente. 

Presente alle esequie il premier ungherese Viktor Orbán.

Viktor Orban rende omaggio a Mikhail Gorbaciov (afp) 11:41

Medvedev: “L’arsenale nucleare è la migliore garanzia per preservare la potenza della Russia”

“L’intero arsenale nucleare strategico è rimasto nel nostro Paese. Ed è supportato da noi ad un livello molto alto. E questa è la migliore garanzia per preservare la potenza della Russia”. Così il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo Dmitrij Medvedev si sfoga in un lungo post su telegram accusando l’Occidente di voler “approfittare del conflitto militare in Ucraina” per “un nuovo ciclo di disintegrazione” delle istituzioni russe dopo il crollo dell’Urss. “È chiaro che tutti questi sono sogni sporchi”, scrive Medvedev di chi pensa “a come farci a pezzetti. Ma tali tentativi sono davvero estremamente pericolosi”.

08:35

Gb: avanzata in regione Kherson ha sorpreso russi

L’avanzata delle truppe ucraine su un ampio fronte a ovest del fiume Dnipro, parte della controffensiva lanciata da Kiev nella zona meridionale di Kherson, ha “obiettivi immediati limitati”. “Ma le forze ucraine hanno probabilmente raggiunto un certo grado di sorpresa tattica, sfruttando la scarsa logistica, amministrazione e leadership nelle forze armate russe”. E’ quanto affermato dall’intelligence britannica nel bollettino quotidiano sull’Ucraina.

04:08

Putin alle manovre militari con la Cina

A partire da domani, Vladimir Putin sarà in viaggio nell’estremo oriente russo – dalla Kamchatka a Vladivostok – per partecipare a diversi incontri economici e supervisionare la fase finale delle maxi esercitazioni militari Vostok 2022 (Est 2022), cui partecipano circa 50 mila soldati, 140 aerei da combattimento e 60 unità navali. Manovre a cui Pechino ha inviato un’imponente delegazione militare, con oltre duemila soldati e 300 mezzi, e, per la prima volta a un ciclo di operazioni a guida russa, rappresentanze di Esercito, Marina e Aeronautica.

Putin alle manovre militari con la Cina: “Se minacciati risponderemo insieme”

dalla nostra inviata Rosalba Castelletti 02 Settembre 2022 00:24

Stop Nord Stream, Michel: la mossa di Gazprom non è una sorpresa

“La mossa di Gazprom purtroppo non è una sorpresa. L’uso del gas come arma non cambierà la determinazione dell’Ue. Accelereremo il nostro percorso verso l’indipendenza energetica”. Lo scrive in un tweet il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel. “Il nostro dovere è proteggere i nostri cittadini e sostenere la libertà dell’Ucraina”, ha poi aggiunto Michel. Gazprom ha fatto sapere che Nord Stream, il gasdotto principale per il trasporto del gas russo verso l’Europa occidentale, oggi non ripartirà, com’era invece previsto dopo tre giorni di manutenzione.

 

00:14

Aiea: esperti rimasti a Zaporizhzhia sono sei

Sono sei gli esperti dell’Aiea rimasti alla centrale nucleare di Zaporizhzhia. Lo ha detto il direttore dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea), Rafael Grossi, in una conferenza stampa a Vienna dopo essere tornato da una prima visita alla centrale.
 

00:09

Aiea, Grossi al Consiglio Sicurezza Onu su Zaporizhzhia

Il direttore generale dell’Aiea, Rafael Grossi, riferirà giovedì al Consiglio di Sicurezza dell’Onu sulla visita a Zaporizhzhia. Lo riporta il Guardian.

00:04

Autorità Zaporizhzhia: bombe Kiev su zona centrale

Le forze ucriane hanno ripreso a bombardare la zona dove si trova la centrale nucleare di Zaporizhzhia. Lo ha detto Vladimir Rogov, membro del consiglio principale dell’amministrazione militare-civile della regione di Zaporozhzhia, controllata dai russi, secondo quanto riporta l’agenzia Tass. “La centrale nucleare di Zaporizhzhya è di nuovo sotto il tiro dei militanti di Zelensky! Nelle ultime due ore almeno quattro volte è stata colpita l’area della centrale”, aggiunge Rogov, secondo il quale i bombardamenti sono iniziati intorno alle 21:10.



Jasaseosmm.com Smm Panel is the best and cheapest smm reseller panel Buy Twitter Verification for instant Instagram likes and followers, Buy Verification Badge, Youtube views and subscribers, TikTok followers, telegram services, and many other smm services. telegram, and many other smm services.